L’Archivio Storico dell’IC2 (ex IC1)

Un tesoro venuto alla luce

Finalmente, dopo alcuni anni di progetti e di lavoro, l’Archivio Storico dell’Istituto Comprensivo 2 (ex IC1 o Archivio Carducci) è stato ufficialmente inaugurato il 28 maggio 2010 e da allora ha cominciato ad essere aperto con una buona continuità, soprattutto dal settembre 2010 quando alcuni docenti appena andati in pensione hanno pensato di dedicare parte del loro tempo a mantenere in vita questo prezioso tesoro.

Le sale, situate a pianterreno, ospitano una notevole quantità di documenti, alcuni molto antichi, come i registri della Scuola Tecnica Valsalva (frequentata anche da Andrea Costa, di cui sono presenti le valutazioni) risalenti all’anno scolastico 1863-1864 o quelli delle Scuole Elementari Comunali della città e del forese dal 1897; altri sono più recenti, ma ugualmente interessanti, in particolare gli Atti prodotti dall’Ispettorato Scolastico dal 1936 al 1975 o la documentazione della Scuola Femminile Regina Elena dal 1910 al 1962.

Fondazione Cassa di Risparmio di ImolaIl lavoro di recupero è partito nel 2003, da quando il progetto “Rilevamento degli Archivi Imolesi” effettuato dall’Archivio Storico Comunale e sostenuto dal contributo della Fondazione della Cassa di Risparmio di Imola aveva permesso di prendere coscienza e di valutare in modo oggettivo questo importante patrimonio archivistico; in quel momento fu però messo in evidenza che il patrimonio documentario presente nell’allora IC1 purtroppo si trovava in pessime condizioni di conservazione.

L’interessamento della maestra Lina Aguiari, sostenuta dalla dott.ssa Isabella Bacchini della LASC, coinvolse la Dott.ssa Paola Mita dell’Archivio Storico Comunale e fu preparato un progetto che solo a partire dal 2007, ha potuto essere varato.

La dirigente Morsiani del  Settore Scuole dell’Assessorato alla Scuola del Comune di Imola, l’allora assessore Castellari hanno permesso il recupero degli ambienti, mentre l’assessore alla Cultura Galavotti e la dirigente dell’Archivio Storico Comunale Baruzzi hanno assicurato il loro supporto scientifico per la sistemazione dei materiali presenti; ma tutto è potuto partire grazie ai contributi finanziari concessi dalla Fondazione, che da cinque anni hanno permesso di retribuite le prestazioni di varie archiviste. Si sono succedute tre archiviste (Lucia Borgiani, Simona Dall’Ara e Laura Berti Ceroni) che con l’aiuto di alcune insegnanti e dei collaboratori scolatici hanno per prima cosa presieduto al trasporto, all’unificazione, poi hanno dato inizio al riordino e all’inventariazione dei documenti.

Al momento è stata conclusa la prima fase del progetto grazie al sostegno della Fondazione della Cassa di Risparmio di Imola ed è stata avviata la seconda e conclusiva fase che nell’anno scolastico 2012/2013 ha visto l’inventariazione di parte degli Atti dell’Ispettorato scolastico dal 1936 al 1950.

Sono ora ordinati e disponibili alla consultazione i seguenti fondi:

  • Registri dei voti e degli esami della Scuola Elementare Comunale urbana e rurale a partire dall’anno 1897
  • Scuola Tecnica Valsalva dal 1863 al 1931
  • Carteggio Amministrativo contenuto negli Atti dell’Ispettorato scolastico dal 1936 al 1950

Il proseguimento della seconda fase, per la quale è stata chiesta la conferma del contributo alla Fondazione della Cassa di Risparmio, prevede il riordino e l’inventariazione del seguente fondo:

  • Scuola Professionale Femminile Regina Elena (1903-1963)

Il lavoro da svolgere è ancora molto, ma siamo fiduciosi nella riconferma degli aiuti fin qui ottenuti per rendere davvero fruibile da parte di tutti questo grande tesoro.

A partire da settembre 2010 i docenti che si sono resi disponibili a operare nell’Archivio Storico, Franca Montanari e Maria Amadore e Mauro Gaddoni, hanno dato vita a varie attività:

  • Conservazione e abbellimento degli ambienti che ora si presentano confortevoli e adeguati all’uso.
  • Ricerca e studio di documenti per meglio conoscerne l’entità e la consistenza.
  • Organizzazione di percorsi didattici da proporre alle scuole della città di ogni ordine e grado e calibrati a seconda delle esigenze dei docenti.
  • Mantenimento dei contatti con l’Archivio Storico comunale cui compete la supervisione di tutte le attività dell’Archivio IC2.
  • Disponibilità ad accogliere visitatori e seguirne le ricerche.
  • Collaborazione con il settimanale locale Il Nuovo Diario Messaggero con la pubblicazione di articoli scaturiti dalle ricerche storiche effettuate sui documenti.
  • Collaborazione con l’Archivio Storico Comunale nello svolgimento del corso di Università Aperta “Racconti d’archivio”.


L’Archivio è aperto su richiesta:  è sufficiente telefonare alla segreteria dell’IC2 al numero
0542 23420
lasciare un recapito telefonico e i docenti richiameranno per fissare un incontro.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com